ISTRUZIONI BRASATURA

 

ISTRUZIONI PER UNA BRASATURA SICURA ED EFFICIENTE

 

 

INTRODUZIONE

Le informazioni fornite comprendono le regole basilari per ottenere una buona brasatura, regole che devono essere osservate se si vuole ricavare il massimo vantaggio dalle leghe in argento.

L'attenta osservanza di queste regole permette di raggiungere un alto livello di efficienza nella brasatura e di minimizzare eventuali possibili rischi che potrebbero derivare da un cattivo uso delle leghe e dei disossidanti.


Regola n.1 - UTILIZZARE SOLO PARTI PULITE

Tutti i metalli devono essere puliti e senza alcuna forma di contaminazione come incrostazioni, sporco, olio, grasso, ecc. La mancata osservanza di questa precauzione renderà i giunti instabili e spiacevoli emissioni di fumo.

Le parti placcate dovrebbero essere trattate con riguardo.


Regola n.2 - SCEGLIERE LA LEGA ADATTA E IL RELATIVO DISOSSIDANTE

Selezionare la corretta combinazione di lega e di disossidante (se richiesto), facendo riferimento alla tabella riportata sul catalogo.

Non utilizzare mai una lega con basso campo di fusione insieme a un disossidante con alto campo di fusione e viceversa.


Regola n.3 - UTILIZZARE SEMPRE UNA ADEGUATA QUANTITÀ DI DISOSSIDANTE

Non solo è importante scegliere il disossidante appropriato, ma è anche essenziale che una quantità sufficiente venga utilizzata coem protezione della zona di giunzione per tutta la durata del ciclo di brasatura.

Come regola generale, troppo disossidante è meglio che troppo poco. Se il disossidante si esauisce, la fluidità della lega viene limitata, e susside il pericolo che la lega non protetta dal disossidante volatizzi causando emissioni di fumo.

 

Regola n.4 - SCALDARE UNIFORMEMENTE

Lo scopo della brasatura è di riscaldare le parti che devono essere unite a una temperatura superiore di 50° C sopra il punto di fusione della lega, permettendo alla stessa di scorrere dentro o lungo i contorni del giunto.

Usare una fiamma, scaldare l'area di giunzione in modo generale concentrandosi sulle sezioni più pesanti, concentrarsi sempre sul giunto e non fare mai tentativio per fondere la lega scaldandola direttamente con la fiamma.

La lega dovrebbe essere applicata solo quando il giunto arriva a giusta temperatura (il disossidante fa da pirometro, quando si liquefa come acqua indica la temperatura di legamento).

Il surriscaldamento è una cattiva pratica. Non solo può portare a giunti mal brasati, ma possono anche esserci emissioni di fumo dannoso sia dal disossidante che dalla lega.


Regola n.5 - ASSICURARSI CHE CI SIA SUFFICIENTE VENTILAZIONE

In nessuna circostanza la brasatura deve essere effettuata in spazi limitati, oppure in condizioni di ventilazione precaria.

 

Regola n.6 - CHIEDERE CONSIGLIO SE SI NOTA QUALCOSA DI ANORMALE

Se durante la brasatura si producono effetti anormali, come emanazione copiosa di fumi, o qualsiasi tipo di difficoltà nell'applicazione di materiali per la brasatura, fermatevi immediatamente e chiedete consiglio.

Solo perchè non sentite effetti dannosi non significa necessariamente che siete a rischio.

 

 

PRECAUZIONI

Leghe conteneti zinco e cadmio possono, se utilizzate in condizioni anormali, provocare emissioni di fumi/gas che se inalati sono dannosi per la salute.

Nel caso dello zinco, l'effetto può essere spiacevole, ma temporaneo, mentre l'emissione di fumi/gas di cadmio è velenosa ed in molti casi si è rivelata fatale.

Possono esserci emissioni se queste leghe sono:

1) Usate senza disossidante

2) Usate con un errato tipo di disossidante

3) Usate con un disossidante non buono

4) Surriscaldare al di sopra dei loro normali punti di fusione

5) Usate su metalli sporchi

Tali considerazioni possono essere applicate a disossidanti che, se scaldati al di sopra della loro normale temperatura di lavoro, pwerdono le loro caratteristiche (fluidità, attività, vita) dando origine a emanazioni irritanti di gas che non devono essere inalati.

Particolare attenzione deve essere presa nel maneggiare disossidanti che possono qualche volta irritare le pelli sensibili, e viene raccomandato l'uso dei guanti, o creme protettive, prima della brasatura.

Poichè i disossidanti a basso punto di fusionecontengono composti a base di fluoro, sono classificati come velenosi, essi non dovrebbero mai essere ingeriti. Deve essere sottolineato che, con l'osservanza di tali basilari precauzioni, leghe e disossidanti possono essere impiegati con sicurezza.

Leghe argento-rame-zinco-cadmio sono usate da più di 40 anni soddisfacemente in una vasta gamma di applicazioni.